Published On: ven, nov 21st, 2014

Rugby Colorno, è arrivato il neozelandese Stewart Michael Tua

Allegato senza titolo 00305

Il suo libro preferito è Harry Potter, il cibo che predilige il riso e se non fosse un rugbista sarebbe un giocatore di pallavolo. Stewart Michael Tua, seconda/terza linea di un metro e 97, classe ’91, è atterrato questa mattina all’aeroporto di Malpensa dopo quasi 24 ore di aereo. Da Christchurch, in nuova Zelanda, a Milano. Poi Colorno. Un elemento importante che va a completare il reparto degli avanti, già molto competitivo. “Si tratta di un giocatore dinamico, nato in Nuova Zelanda anche rugbisticamente, proviene da una scuola d’avanguardia – ha spiegato Enzo Barbieri, direttore sportivo del Rugby Colorno -. Potrà essere utilizzato sia come terza che come seconda linea e si metterà a disposizione di un gruppo molto unito. Anche i più giovani, allenandosi con “Stewy”, potranno attingere dal suo bagaglio tecnico che, nonostante la giovane età, è di quelli importanti”. Ecco le prime parole del neo acquisto biancorosso: “Ho fatto un viaggio lunghissimo, ma mi sento bene. La nebbia? Nessun problema, mi piace”, la sensazione dunque è quella che sia capitato proprio nel posto giusto. Il neozelandese, che ha indossato per la foto di rito la nuova maglia camouflage della Macron, potrebbe essere al servizio del coach Michele Mordacci per domenica 30 novembre, in occasione della trasferta contro l’ASR Milano. Stewart Michael Tua proviene dal Southland Rugby Union, squadra che tiene alti i colori dell’omonima regione neozelandese. Il prestigioso team milita nella Itm Cup, il campionato nazionale delle province, la massima competizione interna alla Nuova Zelanda. Sopra di esso vi è solamente il Super Rugby, il campionato professionistico a cui partecipano 15 province equamente ripartite tra Nuova Zelanda, Sudafrica e Australia

Info sull'Autore

-

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Video Zerosette