Published On: gio, gen 29th, 2015

Quattro grandi elettori eleggono il capo coglione

Share This
Tags

quirinale-colle

di MARCELLO VALENTINO – La truffa che si sta consumando sotto gli occhi di tutti gli italiani è evidente anche ad un cieco. Un condannato ed un ciarlatano truffatore non eletto dal popolo stanno per eleggere il nuovo presidente della repubblica italiana uno che per i prossimi sette anni continuerà a darla da bere agli italiani come il presidente di tutti.

Ma se vi fossero elezioni popolari, tutti i nomi proposti dagli schieramenti politici se lo andrebbero a prendere in quel posto. Un presidente eletto dal popolo avrebbe certamente un’altra faccia e un’altronome, tutti questi politici delinquenti che abbiamo in Italia all’apparenza eletti democraticamente, appartengono tutti ad una sola grande banda di truffatori, ditemi un solo nome di un politico e poi andate a controllare cos’è che ha fatto nella vita e qual è la sua integrità morale e per essere in quel posto quale causa ha sposato e come mai nessuno di questi mascalzoni non fanno questo mestiere solo per un buon stipendio ed un più che onorevole rimborso spese. Che differenza c’è tra loro ed un operaio che lavora dieci ore al giorno alla catena di montaggio? Sempre un condannato ed un truffatore stanno per varare la nuova legge elettorale, una legge che riguarda tutti perché non la si fa tramite referendum popolare? Dove tutti i cittadini possono esprimere il loro voto liberamente, sono sicuro che ci sarebbe alle urne un affluenza mai vista. No queste cose le fanno solo i partiti sia per eleggere il capo coglione sia per la legge elettorale che inculerà tutto il resto degli altri italiani coglioni, due diversi tipi di coglioni ma comunque sempre coglioni. Comunque è certa una cosa gli italiani non vogliono la rivoluzione solo la sottomissione ad un branco di imbroglioni.

E veniamo a Parma con la condanna a quattro mesi di reclusione a Malossi (direttore della Gazzetta) convertita in multa di circa 4.500 euro e sospensione della stessa con la condizionale, per il caso della prostituta nigeriana. Ma Perché  l’accusa ha chiesto un anno e rotti  per Jacobazzi ( ex comandante vigili urbani ) poi assolto per non aver commesso il fatto e l’assoluzione per Malossi  poi condannato,” i giudici” si sono pronunciati, minchia che condanna, ma si sa era solo una prostituta ai loro occhi hanno già fatto molto, altro che rivoluzione un vero e proprio terremoto giudiziario, perché se voi sapeste come si comportano veramente i giudici filobancari qui a Parma, li manderesti tutti un po più in là, non vi dico dove.

E veniamo a Pizzarotti e ai cassonetti  per gli abiti usati che adesso dopo lo scandalo nazionale, farà rimuovere perché abusivi. Ma quando li hanno messi giù questi che autorizzazione avevano, o volete farmi credere che all’improvviso questi enormi cassoni per giunta di colore giallo sono apparsi come per magia e nessuno in comune ne sapeva nulla, mi viene la pelle d’oca a pensare che nel  giardino di casa mia mi piantano un albero ed io non mi accorgo di nulla. Minchia che “vista” che ho, sono quasi un’aquila?  Sindaco Pizzarotti e assessore preposto andate meno in tv e girate un po di più per le strade della “vostra città”. E tu Grillo perche non li mandi a va fa day? O ti fanno comodo per adesso.

Info sull'Autore

- Redattore di ZeroSette Settimanale. Mi piacciono i dischi, le foto, i registi, i marchingegni alla moda, le muse, gli artisti.

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Demianlee scrive:

    Come non condividere la definizione di capo coglione? Se vi fosse la certezza del nome del futuro presidente si potrebbe insultarlo anticipatamente prima di incorrere nel reato di vilipendio.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Video Zerosette