Published On: mer, mar 15th, 2017

Fare il punto della situazione

Share This
Tags

di  MARCELLO VALENTINO – Fare il punto della situazione nella situazione in cui ci troviamo è molto complicato, ma che dico complicato, complicatissimo. Certo, in confronto a chi la fa facile o facilissima sembra quasi un aforisma, ma comunque cerchiamo di fare del nostro meglio. Parma: che dire… povera città. Certo, la colpa non è sua ma dei parmigiani… Meglio di tutti i parmigiani è il parmigiano, poi se è mangiabile o meno lo appureremo strada facendo; sarebbe meglio se lo fosse. Che caos queste liste… come già detto, sono un vero bordello, un casino… o forse un casinò… sarebbe meglio quest’ultimo. Ma… a chi credere? Sembrano tutti perfetti o quasi. Un po’ come Pizzarotti e la sua giunta agli esordi… Poi, strada facendo, ci si è persi completamente nell’imborghesimento sopravvenuto, molto più comodo e remunerativo. Anche perché è molto più soddisfacente per le proprie tasche personali, d’altronde chi lavora bene o male è giusto che sia remunerato nel bene o nel male. Naturalmente, in questo caso, è meglio che diate il vostro giudizio, il mio lo sapete già. Certo, dispiace vedere tutto questo dinamismo solo per accaparrarsi un po’ di poltrone e continuare a non fare cose importanti per la città. In primis sempre la chiusura del Mostro Inceneritore, che continua imperterrito ad avvelenare l’aria di Parma e i territori della Food Valley, ma anche qui sembra che sia i candidati sindaci sia i parmigiani si siano tutti addormentati. Hanno altre cose più importanti a cui pensare, come se la salute dei cittadini fosse una cosa da buttare. Ma si sa, Parma è così, dopo un po’ non interessa più a nessuno, tanto si deve morire lo stesso… e intanto qualcuno ingrassa (chi??? lo sapete benissimo anche voi). A proposito, come va con le bollette della luce, del gas, dell’acqua e per finire dei rifiuti? Tutto bene o sono un po’ aumentate? Ma non dovevano diminuire?!? Diminuire una bella mazza, qui aumenta sempre tutto, anche l’aria malsana. È a tumori come andiamo? Sembra che Parma sia tra le peggiori città d’Italia, o no? Ma non preoccupiamoci neanche di questo, tanto si muore lo stesso, ma allora di cosa cazzo dobbiamo preoccuparci? delle tasse??? e qui viene il bello… avete sentito dire a qualche aspirante sindaco che si impegnerà a trattare con le banche per la riduzione del debito? L’attuale giunta si è già genuflessa a suo tempo. Manco i nuovi grillini ne parlano… Loro sono solo amici di Beppe Grillo, non dei debiti dei parmigiani, semmai saranno i nuovi pizzarottiani, se ce la faranno. Poltrone, poltrone, tv, tv, giornali, giornali, interviste a gogò, a chi parla di più… di cosa però? Nuove iniziative, nuovi mercati, nuovi centri commerciali, intanto il centro storico che si svuota e le vecchie attività spariscono. I costi dei parcheggi alle stelle, le righe blu abusive… Gli addetti ai lavori sanno di cosa parlo? Quante altre cose non funzionano in città? Qualcuno lo sa? Raccontate le vostre lamentele con i “Pizzini al sindaco” da mettere nelle urne che trovate sopra il leggio del vocabolario della lingua parmigiana, la vostra vera lingua, cioè il dialetto, e in dialetto mandate a quel paese o a questo paese i vari candidati a governaci. Cercateli nei locali sotto elencati e buona fortuna: se riuscirete a risolvere il quiz rebus ne vincerete uno nella sua versione più bella (per adesso assolutamente non in vendita). Se poi qualcuno vi ascolterà e si unirà al coro allora a quel paese ci andranno veramente tutti. SAREBBE ORA.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Video Zerosette