Published On: gio, lug 6th, 2017

SUPERBA È LA NOTTE

Share This
Tags

La Poesia italiana del ‘900 incontra la Musica
NON ESSERE INNOCENTE”
Pier Paolo Pasolini/J.S.Bach
Casa della Musica, Cortile D’Onore
6 luglio 2017, ore 21

 
Prosegue la Rassegna “Superba è la notte. La Poesia italiana del ’900 incontra la Musica” promossa dal Comune di Parma – Assessorato alla Cultura – Casa della Musica e Biblioteca “Ugo Guanda”, in collaborazione con la Fondazione Arturo Toscanini e la Società dei Concerti di Parma, giovedì 6 luglio alle ore 21 sempre nel Cortile d’Onore della Casa della Musica. Il terzo appuntamento, di particolare intensità ed impegno culturale, vedrà l’attore Maurizio Cardillo condurre il pubblico in un viaggio in cui l’opera di Pier Paolo Pasolini dialogherà con Bach, Haendel e Scarlatti. Protagonista insieme alla voce di Cardillo, sarà la fisarmonica di Giancarlo Palena, giovane ma affermato artista, vincitore di importanti premi internazionali. La poesia di Pier Paolo Pasolini: un corpo a corpo con l’innocenza, la colpa, la bellezza. Una voce scomoda, ma anche ricca di accenti lirici, di immagini potenti che ritraggono la realtà italiana, la nostra storia. Un percorso tra i suoi febbrili versi, nell’inconfondibile intreccio di coscienza civile e urgenza sentimentale. Le parole del poeta – ricche di un laico misticismo – sono immerse e si riflettono nella dimensione sacra della musica di J.S.Bach, che egli amò profondamente, e del quale diceva “per me Bach è la musica in sé”, la musica in assoluto.

In caso di maltempo la serata si svolgerà all’interno della Sala dei Concerti della Casa della Musica
Ingresso a pagamento: euro 5,00
I biglietti saranno in vendita il giorno stesso dello spettacolo a partire dalle ore 19.30 presso la reception della Casa della Musica.Per prenotazioni: tel. 0521/774646 – marketing@societaconcertiparma.com

La Rassegna Superba è la notte – La Poesia italiana del ‘900 incontra la Musica, prende il titolo da un famoso verso di Alda Merini ed è arricchita della bella immagine tratta da un’opera del 1990 di Augusto Daolio, per gentile concessione dell’Associazione “Augusto per la Vita” che, in ricordo del grande musicista, poeta e pittore, è molto attiva nel campo della cultura e del sociale.

Maurizio Cardillo

Siciliano di nascita e bolognese di adozione, attore, regista e autore, ha lavorato con Teatro dell’Elfo di Milano, Teatro Stabile di Bologna, Teatri di Vita di Bologna, Teatro Stabile di Bolzano, Renato Carpentieri, Gigi Dall’Aglio, Luigi Gozzi (con il quale si laurea al DAMS di Bologna) ed al fianco di nomi popolari dello spettacolo quali Ave Ninchi, Gemelli Ruggeri, David Riondino, Gialappa’s Band, Gioele
Dix, Giobbe Covatta. Dal 2007 collabora stabilmente con la Compagnia Le Belle Bandiere di Elena Bucci e Marco Sgrosso, formazione con cui lavora negli spettacoli Hedda Gabler, La Locandiera, Santa Giovanna dei Macelli, Regina la paura, Antigone, firmati dalla regia di Elena Bucci e replicati con grande successo in molti teatri e rassegne teatrali italiane ed internazionali. Collabora, fin dall’inizio
della sua carriera, con importanti colleghi impegnati in un percorso di ricerca e sperimentazione: Anna Amadori, Marco Cavicchioli, Angela Malfitano, Francesca Mazza, Bruno Stori. Nel 2007 fonda La Compagnia Cardillo/Pagotto, realizzando spettacoli caratterizzati dalla ricerca sul rapporto tra immagine e parola, tra comico e drammatico. Con la Società dei Concerti di Parma e i Filarmonici di Busseto
partecipa come voce recitante agli spettacoli-concerto I Musicanti di Brema e Lo Schiaccianoci; durante il Festival Verdiano di Parma del 2016 cura la regia del recital Lettera a mio padre, da Franz Kafka, interpretato da Ugo Pagliai Nella stagione 2016/17, prosegue la sua ricerca sul rapporto scenico tra letteratura e teatro, firmando una regia per Ert Emilia Romagna Teatro Fondazione.

Giancarlo Palena

Nasce ad Atessa (CH) l’11/06/1995, studia fisarmonica dall’età di 7 anni; si è affermato giovanissimo in Italia e all’estero, tenendo concerti in qualità di solista e in formazioni cameristiche. E’ stato spesso selezionato come migliore fisarmonicista italiano dalla Italian Accordion Culture a rappresentare l’Italia in gare internazionali. Spazia dagli autori classici quali Domenico Scarlatti, Johann Sebastian Bach e Edvard Grieg per approdare al tango passionale dell’argentino Astor Piazzola e reintepretare alcune delle colonne sonore di Morricone che hanno fatto grande il cinema italiano. Nel gennaio 2014 ha collaborato con il Teatro Orfeo di Taranto e l’Orchestra della Magna Grecia all’opera Brundibár, scritta dal compositore ceco ebreo Hans Krása su libretto di Adolf Hoffmeister. Nell’Aprile 2015, ha suonato presso la prestigiosa Royal Academy of Music di Londra, nel Settembre 2015 inizia a collaborare con il Teatro San Carlo di Napoli al progetto Stabat Mater (da Giovanni Sebastiano a Giovanni Battista) e nel 2016, sempre con il San Carlo partecipa all’opera Fedora, di U. Giordano.
In occasione della Giornata Europea della Musica, nel Giugno 2016, ha ricevuto la medaglia della Camera dei Deputati dal Presidente L. Boldrini in riconoscimento del suo talento e in quanto vincitore di prestigiosi premi internazionali. Attualmente si sta perfezionando presso la Frederyk Chopin University of Music di Varsavia, sotto la guida del Maestro Klaudiusz Baran.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Video Zerosette