Published On: mer, ott 25th, 2017

La mafia a Parma esiste?

Share This
Tags

di MARCELLO VALENTINO – Dicono che la mafia a Parma non esista, forse c’è, forse non c’è… Io dico che Parma sia molto mafiosa, ma nessuno fa nulla per indagare. Troppe Banche coinvolte… sì, perché i soldi degli affari sporchi transitano comunque per le Banche e tra le Banche. Allora ho già detto tutto, o forse non proprio, ma comunque abbastanza per chi è del settore. Certo che stare zitti non è proprio il massimo, ma è consigliato: non si sa mai con questa gente come possa andare a finire… comunque si vede a vista quello che è successo, è bastato un minimo di stretta per far crollare l’edilizia, la preferita dalla ‘ndrangheta e dalla mafia, più ‘ndrangheta. Sono crollati i mutui, i finanziamenti, ecc. ecc. Gli investimenti si sono spostati sulle sale giochi, un vero boom, momentaneamente più redditizie, ma ancora per poco… Si sa, il mattone è il mattone, prossimamente comincerà di nuovo a tirare, e allora apriti cielo, giù investimenti a gogo. I politici non aspettano altro, ma anche gli ‘ndranghetisti, i mafiosi e i camorristi sono sempre pronti e non vedono l’ora di investire i proventi della droga e Company nel mattone, che per vocazione è il loro business preferito. Ma la finanza dov’è? La legge dovrebbe essere rispettata, la legge, ma dov’è la legge, e cos’è di fronte al denaro facile? Purtroppo, e bisogna dirlo, la corruzione esiste ad ogni livello, e più sali in alto e più costa, ma più benefici ottieni. Ormai il lecito si mischia sempre più con l’illecito e non è raro che nomi puliti e altisonanti si accostino a nomi sporchi. A Parma, come in tutte le città d’Italia, il mescolamento è diffusissimo; il problema è sempre più grave e indagare è sempre la soluzione migliore… ma si vuole indagare? Quanti costruttori autoctoni sono rimasti a Parma? in Emilia? in Lombardia? ecc. ecc. Basterebbe fare un minimo di accertamenti sulle imprese esistenti e resistenti per scoprire qualche situazione un po’ anomala, ma chi li fa? Ma non solo nell’edilizia, anche nella ristorazione, nelle sale da gioco, un tempo d’azzardo, e poi, e poi… In una economia già di per sé estremamente traballante, quasi tutti sono portati a chiudere un occhio se girano un po’ di soldi, anche se la provenienza è un po’ dubbia. Eppure il sistema apparentemente sembra molto complesso da aggirare, quasi invalicabile per tutta una serie di norme che devono essere rispettate, ma solo “quasi”: è quel quasi che non va bene, perché a volte è semplicissimo da superare, bastano dei prestanome, dei nessuno qualsiasi che per soldi si trovano un mestiere più o meno ben pagato, tanto se non hanno nulla da perdere, cosa perdono? e il gioco è fatto… E a volte si sistemano intere famiglie che comunque un minimo diventano interessate. E allora? E allora! Se la politica è corrotta, la legge è corrotta, cosa ci rimane da fare? Questa è una bellissima domanda che però bisognerebbe fare a qualcun altro. Senta, lei, sì, proprio lei, cittadino qualsiasi, cosa ci risponde??? “A miaaa… a mia… che minchia me ne fotte!” Ecco il totale disinteresse del cittadino qualsiasi… di questo passo dove si andrà a finire? È di questi giorni la notizia che MPS, che sta per Monte dei Paschi di Siena, si è liberata della zavorra dei crediti deteriorati, per riquotarsi in borsa, ben 26 miliardi di euro, sì, avete letto bene, 26 miliardi di euro! Ma dico io, una banca che va sotto di 26 miliardi di euro senza che nessun amministratore va in galera… è folle!!! ma evidentemente non in Italia… troppi politici coinvolti, sembra quasi una bufala se non fosse una triste realtà, ma se ne parla come se fosse una cosa del tutto normale, e lo STATO per salvarla ci ha messo dentro un altro pacco di miliardi nostri, qui siamo tutti scemi, ma proprio scemi. I tassisti hanno fatto un casino boia per quattro autisti di Uber, e qui stanno tutti zitti per uno scandalo del genere… Parla solo Renzi per dare la colpa a Visco, e lui, che all’epoca era a capo del governo, cosa ha fatto? Adesso i politici sono tutti scandalizzati, ma solo per la loro prossima convenienza.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Video Zerosette