Published On: ven, nov 3rd, 2017

Europa League: Lazio Nizza 1-0, biancocelesti ai sedicesimi

Share This
Tags

Deviazione di Le Marchand al 92′, i biancocelesti fanno festa

Arriva solo al 92′, e grazie a un autogol (dello sfortunato Maxime Le Marchand), ma è comunque pesantissima, la nona vittoria consecutiva della Lazio. Proietta la formazione di Simone Inzaghi ai sedicesimi di Europa League con due turni di anticipo, a punteggio pieno dopo quattro partite e la certezza del primo posto nel Gruppo K. Una promozione giunta al termine di un incontro tutt’altro che bello. Da parte dei padroni di casa, perché la rinuncia in partenza a tanti titolari, per scelta o lievi problemi fisici (vedi Immobile), ha comunque abbassato un po’ il tasso tecnico. Sul versante opposto perché l’undici francese ha badato soprattutto a controllare e chiudere gli spazi, operazione riuscita fino alla deviazione di Le Marchand.

Come anticipato dallo stesso Inzaghi, restano in panchina diversi titolari. Ma non Lucas Leiva e Luis Alberto, pilastri del centrocampo a cinque. Dentro dal 1′ il giovane Murgia, davanti spazio a Nani e Caicedo. Favre risponde con una linea mediana altrettanto folta ed un’unica punta, che però non è Mario Balotelli, ma Plea, attaccante di origini maliane. Obiettivo evidente, interrompere la striscia di cinque ko consecutivi (tra campionato e coppa) e portare a casa almeno un punto. Al debutto stagionale il portiere argentino Benitez. Un centrocampo così trafficato diventa il punto nevralgico della partita, con il Nizza subito molto aggressivo fin dentro l’area biancoceleste, nel tentativo di tenere gli avversari lontani dalla propria.

Fluidità e ritmo del gioco però ne soffrono, spezzati da una quantità di contrasti e tanti palloni persi da ambo le parti. Il risultato è un primo tempo decisamente poco spettacolare, con i portieri quasi inattivi, se si eccettua una deviazione in angolo di Benitez su un cross di Nani. Lukaku è il più ispirato dei suoi e da una delle tante folate sulla fascia sinistra, intorno alla mezz’ora, nasce l’occasione migliore per la Lazio. La palla spedita verso l’area piccola non trovi nessun compagno pronto alla deviazione. Il Nizza, nonostante l’incitamento degli oltre mille tifosi al seguito, fa ben poco per impensierire Strakosha. Sneijder prova con un paio di lanci ad accendere la luce, ma Plea – piuttosto lento – è troppo isolato e facile da anticipare. Al 14′ della ripresa Inzaghi prova a vincerla e mette dentro Milinkovic e Lulic per Nani e Murgia. Anche Caicedo meriterebbe di uscire per quello che ha fatto vedere. Al 29′ spazio a Parolo, fuori l’applauditissimo Lukaku. A 10′ dalla fine c’è spazio anche per Balotelli, che si esibisce in una paio di conclusioni altissime. Sembra una partita destinata allo 0-0, ma sull’ultimo angolo Parolo sfiora di testa verso la schiena di un avversario e per Benitez non c’è scampo. Lazio avanti in Europa, anche se meno bella di altre volte.

fonte ansa

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Video Zerosette