Published On: mar, feb 13th, 2018

FA’ LA COSA GIUSTA!

Share This
Tags

23-25 marzo 2018 – Milano, fieramilanocity
Cinque realtà della provincia di Parma si raccontano in fiera


Dal 23 al 25 marzo 2018 Fa’ la cosa giusta!, l’edizione nazionale della fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili compie quindici anni. Per festeggiare questo traguardo l’ingresso sarà eccezionalmente gratuito per tutti i visitatori.

L’edizione 2017 si è chiusa con 70mila presenze, 700 espositori e 400 appuntamenti nel programma culturale, 550 giornalisti accreditati, 2800 studenti partecipanti al progetto scuole.

Fa’ la cosa giusta! 2018 si articolerà in 11 sezioni tematiche, che daranno spazio ad ambiti storici come la moda etica e l’arredamento sostenibile, a quelli più recenti come la scelta vegana e cruelty free e ai temi emergenti del consumo consapevole. 32mila m2 di area espositiva, arricchiti da un ampio programma culturale con incontri, laboratori e dimostrazioni pratiche.

Il territorio della provincia di Parma sarà rappresentato da cinque realtà che propongono servizi e prodotti sostenibili.

Da Parma, sarà presente per la prima volta 3D ArcheoLab, una realtà che si occupa di tecnologie tridimensionali per migliorare la fruizione delle opere dei nostri musei. A Fa’ la cosa giusta! porterà due nuove soluzioni per superare alcune delle barriere che oggi limitano l’accessibilità ai luoghi della cultura.

La prima, sviluppata insieme a La Girobussola ONLUS, è rivolta prevalentemente a un pubblico di non vedenti o ipovedenti: un museo tattile composto da riproduzioni provenienti da differenti collezioni italiane. In fiera saranno esposti oltre trenta supporti tattili, tra cui riproduzioni in stampa 3D di reperti archeologici etruschi, di età romana e medievale, planimetrie a rilievo di siti archeologici, come la città etrusca di Marzabotto, e di edifici storici, come il Battistero di Parma o la Basilica San Petronio di Bologna.

La seconda soluzione è 3D Virtual Museum, il primo Museo Virtuale del patrimonio culturale italiano che attraverso internet permettere di scoprire luoghi e opere che non possono essere raggiunte fisicamente a causa di barriere architettoniche o difficoltà motorie. Ad oggi questo museo virtuale ospita oltre 60 collezioni per un totale di quasi 400 opere visualizzabili in 3D. Durante la fiera sarà disponibile una postazione da cui navigare tra le opere e alcuni visori di realtà virtuale per sperimentare una modalità di visualizzazione immersiva e molto realistica. Sarà così possibile muoversi all’interno della Cappella Sistina, del Colosseo, del Duomo di Parma o ammirare da vicino opere come la Pietà Bandini di Michelangelo o la Chimera di Arezzo.

Sempre in arrivo da Parma, nell’area Salumeria del Design ci sarà Via Martinella, un laboratorio creativo che recupera vecchi tessuti e oggetti per trasformarli in accessori unici, realizzati a mano con grande cura. Morbidi lini, canape antiche e cotoni naturali diventano borse, sacche, custodie, accessori per la casa e il giardino impreziositi da conchiglie, cuoio, legno, bottoni, nastri e tanto altro.

Da Parma arriva anche l’Azienda Agricola Ilio, che sulle colline di Langhirano coltiva lavanda e erbe officinali, produce miele e alleva api e chiocciole Helix aspersa muller. Nella sezione sezione Mangia come Parli propone piatti pronti, cosmetici naturali a base di bava di lumaca, miele e oli essenziali.

Nella stessa sezione tematica, da Salsomaggiore Terme sarà presente per la prima volta Girasole, una piccola impresa che espone una selezione di marmellate e confetture lavorate artigianalmente, come fatte in casa. Le piante da frutto sono nutrite esclusivamente con acqua e sole, senza prodotti chimici, e la frutta viene cotta appena colta con l’aggiunta di soli dolcificanti naturali.

Da Beduzzo Inferiore ritorna nella sezione Mangia come Parli la Latteria sociale, storica cooperativa agricola che dal 1850 si occupa di raccogliere latte e trasformarlo in formaggio. Situata nel Parco dei Cento Laghi, produce Parmigiano Reggiano nel rispetto dell’ecosistema, alimentando le vacche esclusivamente con foraggio di montagna. Ciò gli ha permesso il riconoscimento di ‘Prodotto Consigliato dal Parco‘ da parte dell’Unesco.

Info sull'Autore

-

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Video Zerosette